Lezioni di Giornalismo



A dimostrazione del fatto che una persona cosciente di sinistra sa smerdare anche un politico che dovrebbe essere quantomeno affine alla sua ideologia (ma chiamiamola area politica, per pudore), oggi non parlerò di Berlusconi ma ti farò vedere come Daniele Martinelli, ottimo giornalista indipendente, videocamera alla mano, incalzi Walter Veltroni che non risponde nè prima, nè durante, nè dopo la sua conferenza al popolino plaudente.

Lo stato di coma vegetativo in cui versiamo tutti noi italiani e continuamente alimentato da un'informazione drograta che non fa altro che alterare le nostre coscienze e conoscenze rendendo totalmente sballati i nostri metri di giudizio e facendoci abbandonare ogni causa visto che non riusciamo ad arrivare ad una conclusione con chiarezza .

(Pensiamo a come finiscono i discorsi di politica durante le cene: o con un silenzio generale o con caciare incredibili dove c'è quello che dice: "il più pulito c'ha la rogna!!!" e poi si parla di figa).

Se riuscissimo ad arrivare ad una conclusione, molto probabilmente, arriveremmo alla rivoluzione. Ma la Playstation è più importante.

Ora che questo giornalista mi ha fatto capire che posso fidarmi poco di quest'uomo (semmai ce ne fosse stato bisogno), non lo voterò e farò di tutto per non farlo votare. Ecco a cosa serve un giornalismo ben fatto...arrivare ad una conclusione con le idee chiare.

Se vuoi fare il giornalista e vuoi balzare alle cronache questo è un ottimo modo per farlo. Se vuoi tenerti informato questo è un buon blog da seguire.

Nessun commento: