Preso dalle mie vicissitudini affittuarie, ho dimenticato il compleanno di Lorenzo.Checchè se ne dica in qualche modo ha indirizzatola mia esistenza verso una strada.Ho imparato alcune cose, nemmeno tanto clamorose ma che forse al giorno d'oggi sono importanti: reagire con il sorriso alle angherie della vita e delle persone, guardare sempre oltre. Citandolo: "verificare se sotto l'aspetto invitante di un'esca non sia nascosto un amo".Credo che questo messaggio sia importantissimo e cerco di attuarlo quando mi riesce e di aprire gli occhi a chi ogni tanto dorme. Altro insegnamento è stato quello della multilateralità della musica, ho capito che non bisogna legarsi ad un solo genere musicale perché la musica è bella tutta (apparte qualche merda) e di questa cosa gliene sono molto grato. Di certo la sua immagine non è delle più coerenti ma chi si contraddice contiene moltiduni (Walt Whitman). E chi di noi non si contraddice? Null'altro da dire. E stato bello aver scandito gli anni della giovinezza ascoltandolo. A volte è anche bello sapere che amici lontani quando lo vedono mi pensano. Si verifica una sorta di empatia multidimensionale. Ora non mi sento più molto vicino a lui (forse perché l'ho visto troppo da vicino) ma resta cmq una cosa bella della mia vita come un amore che non c'è più e che ti ha lasciato solo segni positivi. E' il sogno di tutti no?


Technorati Tags:, , , ,
Generated By Technorati Tag Generator

1 commento:

Gneo Pompeo ha detto...

"Io sono Jovanotti il capo della banda sevuoiesseredeinostri devi fare domanda!..."

e soprattutto :"Gimme Five! Allright!"
Neanche 12 anni e questo pischelletto che m'insegna che il cappello va messo RIGOROSAMENTE con la visiera al'indietro!

Il Lorenzo maturo dell'Albero, e ancora prima di Serenata Rap e Piove (il suo capolavoro?) è per contenuti e maturità musicale (magnifica Band di grandi musicisti) imparagonabile col rappaccio de noantri dei primi dischi; ma per me (e la nostra generazione)lui è e resterà sempre quello che ha aperto una finestra sull'America e le sue musiche: e chi ne sapeva niente dei Beasty Boys, Run D'MC, Public Enemy, DeLa Soul.
I miei ricordi Lorenzeschi preferiti sono 2:Il suo concerto di ritorno dalla Naja (splendido!)visto in tv,
e il tour dell'Albero visto al Palaeur, dove aveva un palco gigante con tutto il pubblico intorno, la Banda intera che apriva il concerto con il Re e 2 ore di divertimento puro.