Natale?

Si, Natale. Natale è il momento in cui ci sentiamo più buoni. In cui cerchiamo persone che per mesi e mesi non abbiamo cagato. In cui sentiamo di dover fare un regalo a qualcuno che sicuramente non se lo merita. E' il festival dell'ipocrisia. Persone che vanno alla messa e non si ricordano manco più perchè, altre che ti fanno gli auguri perchè è consuetudine, altri che sentono il bisogno di stare insieme fra amici, sticazzi se ci odiamo, è Natale!
Aumenta l'ipocrisia e aumentano i consumi, facciamo regali, sale il pil, scende la cattiveria. A volte penso che se fossimo tutti più buoni spenderemmo il doppio ma poi penso che sia l'ipocrisia il vero motore dell'economia, soprattutto di questi tempi. Un pò si rosica perchè c'è "quest'aria" che poi che aria sia non l'ho mai capito. Aria di spese? Mah! Un pò siamo ipocriti e vogliamo sentirci più buoni ma in realtà non siamo così buoni e ci liberiamo del denaro, che percepiamo, forse, come una cosa sporca, per fare acquisti, doni, cose impacchettate che sembrano belle prima di aprirle, poi che delusione! Questo eccesso di perbenismo concentrato tutto in questo periodo poi ci da poi il là per cominciare un nuovo anno all'insegna dell'odio, della corsia preferenziale perchè il traffico è troppo, della spallata al collega di lavoro che si meritava il posto più di noi e del ribrezzo che fanno i senzatetto a cui tanto crisitianamente abbiamo pensato durante il periodo natalizio. E' forse questo eccesso di finta bontà che ci viene instillata sin dall'infanzia a farci essere spregevoli per il resto dell'anno? Non lo so ma penso sia probabile. Se non ci fossero feste del genere forse non penseremmo mai ad essere buoni, a fare regali (e forse le feste servono soprattutto ad aiutare l'economia grazie all'espiazione del senso di colpa) ma forse non avendo più un momento dell'anno in cui sappiamo che dobbiamo essere per forza buoni, cercheremmo di distrubuire la bontà nell'arco di tutto l'anno, in modo equo e solidale, senza sentirci costretti e , quindi, essendo meno ipocriti. In questo modo potremme migliorare la società? Sono tutte pippe mentali le mie ma ki lo sa?

Adesso una rassegna di titoli natalizi da non perdere:

Mamma ho perso il presepe (Fantastica storia di un bambino che viene mandato dalla madre a comprare il presepe e, una volta comprato lo getta nel fiume a causa del profondo odio verso il bambinello ma sorpattutto per vedere se cammina veramente sulle acque).

Natale anale in casa Cupiello (storia di una famiglia in cui il capofamiglia è fissato con i presepi e costringe tutti a vestirsi da pastori e pecore e a incularsi a vicenda)

Pensavo fosse Dio invece era Gesù (storia basata sullo scambio di persona in cui il bambinello scherzoso fa miracoli fingendo di essere il padre e il padre lo fulmina con un'occhiataccia - quando si dice Dio-.

2001 odissea porno in paradiso (Adamo ed Eva attraversano tutte le ere e le fasi storiche inpersonificando gli attori porno che meglio hanno saputo rappresentare ogni decade)

Beatle Gesù, bambinello porcello ( il bambinello pestifero che caca il cazzo alle infermiere, fa miracoli sessuali facendosi aumentare le dimensioni del pene in maniera esponenziale o trasformandesolo in cometa per i re magi, che in quel caso sono regine...)

Una scomoda verità (Gesù confessa a Maria di essere gay, e Maria confessa a Giuseppe che non è stato Dio a concepire Gesù ma un pastore di passaggio. Come farà la sacra famiglia ad uscirne fuori? Ci vorrebbe un miracolo!)

100 miracoli sessuali prima di andare a dormire ( Ancora il Cristaccio che non vuole usare i suoi poteri speciali a scopo benefico ma solo per rimorchiare puttane)

DIttatore dello Stato libero di Nazareth ( Cristo esce fuori di senno ed usa i suoi poteri per sottometere e soggiogare i più deboli ma un presidente esportatore di democrazia lo punirà)

La maledizione dello scorpione di Cristo (il seguito di Bambinello porcello. Gesù trasforma il suo cazzo in uno scorpione che gli mangia le palle e gli rode il fegato e non ricorda + la formula magica per farlo tornare ad essere un cazzo normale)

Polvere di stelle ( il bambinello porcello distrugge la stella cometa che si polverizza e i re magi perdono la via e finiscono in un bordello dove trovano la vera Maria)

(perdonatemi per le cazzate sparate)